Le sale

Sabato 3 giugno, con la presenza dell’Assessore alla cultura e turismo Cinzia Bettiga, il presidente del Rotary Club di Colico Vittorio Polti e il presidente della Pro loco si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova aula didattica del museo della cultura contadina di via Campione 31 a Villatico.
Erano presenti un folto numero di soci dell’Associazione “Amici del Museo” e un gruppo di simpatizzanti. L’incontro è stato introdotto dalla presidente Amelia Trussoni che ha sottolineato il contributo di tanti volontari che hanno reso possibile la trasformazione di una veranda in una capiente e luminosa sala. L’aula infatti può contenere una quarantina di persone.
Il locale è stato progettato e realizzato sia per le attività da svolgere con gli alunni delle scuole che vengono in visita al museo e che hanno già seguito un percorso formativo nella scuola su temi relativi alla cultura e alla storia delle nostre comunità, sia per organizzare corsi di formazione e incontri culturali a favore della comunità.

Roberto Pozzi, vice presidente, ha ribadito le finalità dell’Associazione che, oltre a curare le collezioni del Museo e favorire la visita delle persone interessate, ha promosso in questi due anni mezzo di vita attività orientate alla riscoperta delle nostre radici culturali e storiche per meglio comprendere le situazioni presenti e affrontare le sempre nuove sfide della comunità locale.
“L’associazione, nata dal seno del CIF (Centro Italiano Femminile, che ha in gran parte finanziato la costruzione dell’aula)” ha riaffermato Pozzi, “non vuole essere autoreferenziale, ma prestare servizio alla comunità e ad altre associazioni e, allo stesso tempo, coinvolgerle per creare cultura tra la gente in quello che si denomina processo di formazione lungo tutto il percorso della vita. La cultura ci rende più critici e immuni dai diversi tipi di strumentalizzazione”.

Trussoni ha riassunto brevemente le attività svolte dall’associazione “Amici del Museo” in questi due anni: mostre, conferenze, gite culturali e soprattutto l’attività con le nostre scuole. L’offerta culturale dell’associazione è molto variegata, sempre però centrata sulla riscoperta della nostra cultura nel contesto di quella nazionale ed europea.

In seguito, è intervenuta la segretaria del Direttivo, Giovanna Zugnoni, che ha illustrato il corso di orticultura, recentemente organizzato dall’Associazione e tenuto dal dott. Corrado Galperti, con la partecipazione di più di quaranta persone. “Il corso che da una parte presentava la tradizione del passato di coltivare ogni fazzoletto la terra e dall’altra ha proposto le nuove tecniche per un orto sinergico” ha affermato la Zugnoni, “è come l’icona della nostra associazione che si occupa del passato per offrire nuove chiavi di lettura del presente e nuove vie per il futuro”.

Conclusa la relazione della Presidente, è stato presentato il bilancio consuntivo e preventivo dell’associazione che vive del contributo dei soci e dei simpatizzanti, si è aperta una discussione per raccogliere nuove proposte.
Attualmente l’Associazione che conta una settantina di aderenti, principalmente di Colico, ma con una decina di persone provenienti da altre parti.

In seguito si è celebrato l’evento con un ghiotto rinfresco preparato da alcune socie dell’associazione.